Situazione sempre più critica in Israele

Il Comando di Israele ha convocato sei battaglioni di riserva poichè la situazione ai confini egiziani e siriani sta diventando critica. La Knesset, il parlamento israeliano, ha dato il permesso di richiamare altri 16 battaglioni di riserva, se necessario. Dan Harel, ex vice capo di Stato Maggiore ha dichiarato che la minaccia al confine egiziano e siriano è molto più forte che in passato. Il quotidiano egiziano Al-Arabiya riferisce che dalla fine di Gennaio la polizia situata nella penisola egiziana del Sinai è stata attaccata circa 50 volte da gruppi armati palestinesi, probabilmente una branca locale di Al-Qaeda. La penisola non sarebbe più controllata dai militari egiziani e la maggior parte degli attacchi si sono verificati sulle montagne. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che il Sinai è una sorta di selvaggio West accusando l’Iran di favoreggiamento nei confronti dei gruppi armati ribelli. Ma la vera minaccia secondo Israele sarebbe il governo militare in Egitto. Nel mese di aprile, Barack Obama, il Segretario alla Difesa Leon Panetta e il Segretario di Stato Hillary Clinton hanno ricevuto la notizia che Egitto e Israele sarebbero vicini ad un conflitto armato. Continuano anche le tensioni lungo il confine siriano nei pressi delle alture del Golan, territorio israeliano catturato dalla Siria durante la guerra del 1967. Israele ha anche iniziato a fortificare un muro al confine con il Libano. Ufficiali dell’esercito israeliano hanno detto al Wall Street Journal che la costruzione è stata coordinata assieme all’esercito libanese e la forza di peacekeeping delle Nazioni Unite nella regione. Haaretz ha riferito che all’inizio di Aprile l’esercito israeliano stava progettando un’altra invasione del Libano come risposta agli attacchi di Hezbollah. Già in passato, Israele avrebbe adottato la via della provocazione al confine per avviare un’azione militare contro i suoi vicini arabi. Secondo il giornalista Benny Morris nel 1950 Israele lanciò attacchi in Giordania e Siria nel tentativo di provocare gli Egiziani.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...